Ieri pomeriggio mi sono divertita a tornare bambina, siamo andati a vedere le marionette.

Desideravo tanto andarci, entrare in questo mondo magico. Uno spettacolo fatto veramente bene.
Lo spettacolo era nel Teatro della quattordicesima in via Oglio 18, a Milano.  Prendo dal loro sito il teatro di gianni e cosetta colla compagnia di marionette e attori una breve spiega sulle marionette:

“La prima distinzione da fare è fra marionetta e burattino: molto spesso vengono confusi sia nel senso che si pensa siano la stessa ‘cosa’, sia perché l’una viene presa per l’altro. Invece sono assolutamente diversi, diversa è la loro storia e i generi teatrali che interpretano.
La marionetta è mossa dall’alto, attraverso i fili che sono fissati a una croce di legno (detta ‘bilancino‘ o ‘bilanciere‘).
La struttura da cui agiscono i marionettisti si chiama ponte di manovra: è sollevato dal palcoscenico (dove invece agisce la marionetta) di alcuni metri. I marionettisti si sporgono, impugnando il bilancino e imprimono il movimento al loro personaggio attraverso i fili.
La marionetta ha dunque come caratteristica principale quella di potersi immedesimare nei personaggi che interpreta esattamente come un attore poiché ha un corpo a tutti gli effetti, è snodata nelle giunture e può sostanzialmente compiere tutti i movimenti che compie un essere umano…”

Abbiamo visto “Robin Hood e la foresta di Sherwood” e la cosa bella è questa fusione di marionette e attori, lo consiglio non solo ai bambini ma a tutti quelli che come me si sentono ancora molte volte bambini.

Annunci