Alcuni stralci di un pezzo che leggevo stasera, che mi ha fatto pensare… e che condivido:

…per paura, sudditanza, comodità o interesse, preferiamo assecondare, dare il consenso invece che esprimere il dissenso. 
I potenti hanno sempre bisogno di consenso. Altrimenti il loro potere crolla. Questo vale a ogni livello, politico, economico, militare…

Il consenso a volte è silenzioso, al limite dell’indifferenza…

Attenti allora a ogni forma di consenso data al potere, per non essere complici. Ce lo ricorda anche la campagna promozionale di Mosaico di pace. E per finire, proprio pensando al 4 novembre: c’è una cosa molto diversa tra noi e chi è stato obbligato a far la prima guerra mondiale. 
Loro non potevano opporsi. Cadorna aveva ordinato rappresaglie e fucilazioni immediate. Loro non potevano negare il consenso. Noi si.

“Elogio del dissenso -3 novembre 2010 – Renato Sacco”

Trovate il pezzo intero a questo link
http://www.peacelink.it/mosaico/a/32684.html

Annunci